Tricopigmentazione
donna

La Tricopigmentazione è una soluzione anche nel caso di Calvizie Femminile, della quale oggi sono aumentati di gran numero i casi.

Cos’è l’alopecia androgenetica?

L’alopecia androgenetica è di gran lunga la più diffusa causa di perdita dei capelli.

E’ inesatto definirla calvizie maschile in quanto ne soffrono sia gli uomini che le donne. Si può usare il termine calvizie androgenetica maschile per distinguerne il disegno tipico (arretramento delle tempie, calvizie del vertice) da quella androgenetica femminile caratterizzata da uno sfoltimento diffuso di tutto il cuoio capelluto.

Affligge circa l’80% degli uomini, ma anche il 35% delle donne in età fertile e ben il 50% di quelle in menopausa.

A che età può svilupparsi l’alopecia androgenetica?

Nelle donne l’alopecia androgenetica si presenta in genere tra i trenta ed i quarant’anni rispetto ai venti-trenta anni degli uomini..

Nelle donne il fenomeno può interessare tutto il cuoio capelluto anche se più evidente nella zona del vertice, pur senza giungere mai ad una completa scomparsa dei capelli a differenza del maschio dove  risparmia le zone laterali e posteriori dello scalpo. 

Ma l’alopecia femminile appare diversa da quella maschile anche clinicamente:
1) il pattern è centrifugo, di solito a tipo Ludwig;
2) non vi è una vera miniaturizzazione follicolare ma piuttosto una perdita di spessore, di diametro dei capelli che conservano, almeno all’inizio, una profondità ancora quasi normale.
3) non si arriva mai ad una vera Calvizie.

Erich Ludwig divise l’alopecia androgenetica femminile in tre stadi basati sulla densità dei capelli (1977).